Domani andrà peggio. Lettere da Palestina e Israele, 2001-2005

Amira Hass è l’unica giornalista israeliana che ha scelto di vivere nei Territori occupati palestinesi, a Ramallah, dove ha assistito allo scoppio della seconda intifada. Le sue corrispondenze per il settimanale Internazionale, raccolte integralmente in questo volume, descrivono la militarizzazione della rivolta e l’inasprimento dell’occupazione israeliana. E non risparmiano nessuno: i reticenti portavoce dell’esercito, gli estremisti delle due parti, i dirigenti dell’Autorità Palestinese corrotti e inetti, i giovani kamikaze. L’autrice fa scorrere davanti ai nostri occhi le vite di chi deve affrontare ogni giorno le conseguenze dell’occupazione: povertà, restrizioni estreme delle libertà fondamentali, ma anche amori e amicizie.