Dalla libertà dello Stato alla libertà dell’Uomo: Dall’ analfabetismo umano del diritto al diritto dell’ alfabeto umano di MICHELANGELO IORIO

1

L’opera si lascia accompagnare dai valori e dalle essenzialità umane… instaurando una relazione vera ed autentica con le prerogative e le qualità discretive che caratterizzano l’identità umana… l’intento sperimentale del percorso di conoscenza che viene proposto è quello di voler ricondurre ogni profilo ed aspetto del pensiero in generale, ed in particolare di quello delle scienze giuridiche, nella normalità umana…dando prestigio alla dignità umana e alle sue ragioni esistenziali…; un indirizzo culturale che viene adagiato sul bene sommo della Libertà…come necessità per compiere Umanità, e non lasciata stagnare, la libertà, nell’asettica e fuorviante concezione del libero arbitrio, perché la LIBERTÀ È BENESSERE E IL BENESSERE È CIÒ CHE FA ESSERE-BENE LA LIBERTA’. Così su queste premesse culturali si viene a concettualizzare la categoria dei DIRITTI DELLA LIBERTA’… che apre uno spazio di considerazione culturale e scientifica di ben altra natura rispetto all’odierna categoria concettuale del diritto alla libertà. Il percorso culturale trova i suoi sviluppi intorno a specifiche indicazioni di base, reali e precise… dove il metodo che si è prediletto è quello del dialogo tra i profili strutturali della visione scientifica materialistica e quelli che strutturano la nuova prospettiva scientifica che abbiamo denominato “l’Umanesimo delle Scienze giuridiche”… la testè denominazione con logica… poiché trattasi di un ramo scientifico che costruisce la sua base culturale sui chiarimenti delle qualità interiori dell’Uomo come il Pensare, il Sentire, il Volere e con coerenza trova su queste coordinate il suo appropriato svolgimento. L’ opera, per alcuni versi, vuole proporre una riflessione con l’auspicio che si possa favorire sempre più e diffusamente delle consapevolezze intorno alla sfera identitaria Umana… tutto questo, ovviamente, offrendo degli iniziatici percorsi culturali scientifici a partire dalla conoscenza delle dinamiche delle doti di natura spirituale che si sono sopraindicate…per far maturare delle convinzioni reali, e realistiche, intorno alla formazione della dimensione umana…, caratterizzandola con i suoi contenuti di verità. Non potrebbe essere diversamente se si vuole parlare dell’Uomo all’Uomo, costituendo un quasi obbligo verso la qualità portata dall’ Uomo medesimo…così viene naturale eleggere le doti e le ragioni strutturali umane a principio-sorgente per ogni costruttiva impostazione culturale e considerazione scientifica… per meglio articolare la cultura Umana della Qualità e la sua descrizione fenomenica… nell’ambito delle scienze giuridiche. L’intento prossimo, dunque, è quello di dare valore primo e creativo alle essenziali Essenze dell’Uomo… fare assurgere nella scala dei valori queste come prerogative di genesi che danno sorgenza a nuove proiezioni teoriche e ad innovate concettualità scientifiche… ovviamente supportato il percorso dalla cornice di un nuovo approccio filosofico, che ha la premura e l’obiettività di farsi raccontare i caratteri dell’identità Umana attraverso l’obiettiva osservazione dell’Uomo…, in tal modo, da favorire l’accoglimento del Senso Umano e la Ragione di Vita che dà motivo all’Uomo… nella sede della cultura generale e nella sede della specifica cultura delle scienze giuridiche.